MicroStrategy acquista 250 milioni di dollari di Bitcoin come siepe

MicroStrategy, una società di software del valore di 1,2 miliardi di dollari, ha trasferito quasi un quarto del suo capitale in Bitcoin. La società, che è la più grande società di business intelligence indipendente quotata in borsa negli Stati Uniti, ha annunciato martedì di aver acquistato 250 milioni di dollari di Bitcoin come copertura contro il calo dei valori della valuta fiat.

La sorprendente mossa di MicroStrategy rafforza l’idea che l’interesse istituzionale per il Bitcoin stia crescendo e che il caso d’uso del Bitcoin come copertura contro il crollo dei prezzi del fiat stia guadagnando legittimità.

MicroStrategia: Bitcoin „Può essere superiore al contante“

MicroStrategy ha diffuso la notizia attraverso un comunicato stampa che ha delineato la logica alla base del loro acquisto di Bitcoin, oltre ad offrire alcuni dettagli su come è stato condotto. L’azienda ha dichiarato che la mossa faceva parte di un piano di lungo periodo per diversificare le proprie partecipazioni di capitale, che includeva l’investimento fino a 250 milioni di dollari in uno o più investimenti o attività alternative.

Dopo aver esaminato le diverse opzioni, MicroStrategy ha deciso di investire l’intero importo in Bitcoin, indicando il suo caso d’uso nell’attuale clima finanziario come una delle ragioni principali:

Fin dalla sua nascita, oltre un decennio fa, il Bitcoin è emerso come un’aggiunta significativa al sistema finanziario globale, con caratteristiche utili sia per gli individui che per le istituzioni. MicroStrategy ha riconosciuto il Bitcoin come un asset di investimento legittimo che può essere superiore alla liquidità e di conseguenza ha fatto del Bitcoin la principale partecipazione nella sua strategia di riserva di tesoreria.

Tra tutte le opzioni disponibili, il Bitcoin è stato infine scelto da MicroStrategy per una serie di fattori chiave:

Troviamo che l’accettazione globale, il riconoscimento del marchio, la vitalità dell’ecosistema, la dominanza della rete, la resilienza architettonica, l’utilità tecnica e l’etica della comunità di Bitcoin siano la prova convincente della sua superiorità come classe di asset per coloro che cercano un negozio di valore a lungo termine. Il Bitcoin è l’oro digitale – più duro, più forte, più veloce e più intelligente di qualsiasi altro denaro che l’ha preceduto. Ci aspettiamo che il suo valore si accresca grazie ai progressi della tecnologia, all’espansione dell’adozione e all’effetto rete che ha alimentato l’ascesa di così tanti killer di categoria nell’era moderna.

MicroStrategy ha descritto di essere stata in grado di scambiare azioni ordinarie di classe A per un valore di 250 milioni di dollari attraverso una „offerta d’asta olandese modificata“, attraverso la quale ha acquisito ₿21.454.

L’appello di Bitcoin alle istituzioni in crescita

La notizia che una grande azienda quotata al NASDAQ come MicroStrategy ha investito un quarto del suo capitale in Bitcoin piuttosto che nelle tradizionali siepi come l’oro e l’argento è un enorme fiore all’occhiello per questo bene relativamente nuovo, e rafforza ciò che era già noto – che le istituzioni guardano sempre più al Bitcoin come a una legittima copertura accanto ai metalli preziosi.

La reazione a questa notizia è stata prevedibilmente rialzista, con i Bitcoiners che celebrano un altro esempio del fatto che la crittovaluta sta diventando vecchia.

La notizia non sarà una sorpresa per persone come il nuovo responsabile delle risorse digitali di Goldman Sachs, Mathew McDermott, che la scorsa settimana ha detto che:

„abbiamo sicuramente visto un aumento di interesse in alcuni dei nostri clienti istituzionali che stanno esplorando come possono partecipare a questo spazio“.

Se l’accordo MicroStrategy è sulla falsariga di quello di cui parlava, allora il futuro sembra davvero luminoso per Bitcoin.